il faro nella sulina

Bella Sulina e il delta del Danubio

Lo sapevi

Sulina o il luogo… ”dove il vecchio Danubio perde la sua acqua e il suo nome nel mare…” Bart - Europolis.

È un luogo unico e unico, dove le dolci acque del Danubio abbracciano il mare salato del mare in una fusione perfetta e continua. È un mix di canne e acque nel mezzo del quale una lingua sabbiosa che gli umani hanno sviluppato attraverso le loro abilità di vita e le attività quotidiane.

Sulina è un luogo adatto per il relax, molti turisti vengono qui durante la stagione calda, sia per la spiaggia, per la pesca e per alcuni momenti tranquilli e contemplativi nella natura pura.

SOSPENSIONE SULINA
Sulina si trova nel delta del Danubio, vicino alla marea nera del braccio che porta lo stesso nome. È la località più orientale della Romania, essendo situata sul terreno europeo "più fresco". È una delle porte orientali del paese, essendo l'ultima località situata lungo il corso del Danubio. Ha anche una qualità unica, essendo l'unica città portuale del paese, sia sul Danubio che sul Mar Nero.

Si estende su chilometri 3,9 e si trova lungo il fiume Danubio, gli insediamenti si concentrano maggiormente sulla riva destra.

Dopo l'ultimo censimento 2011, la popolazione di Sulina era abitanti 3541.

SULINA STORICA
Il nome dell'insediamento fu menzionato per la prima volta nell'anno 950 come "Selina" nel "De Administrando Imperio" scritto da Costantino il Nono Porfirogenito. Successivamente, il nome della città appare in diverse forme: Selinas e Solina (negli scritti di Anne Comnena). Sulina si trova sulla prima mappa nautica del Mar Nero originale elaborato da italiano Pietro Visconti durante 1320-1321 successivamente apparso su vari materiali cartografici e con nomi diversi.

A metà del XVIII secolo, nell'anno 1745, fu costruito un faro per risolvere i problemi di orientamento dei marittimi nel tentativo di entrare nel braccio di Sulina. Alla fine del Settecento c'era il problema di regolarizzare la bocca del ramo di Sulina a causa dei problemi delle piccole acque nella zona del mare. Negli eventi della storia, Sulina diventa sempre più importante che le grandi potenze del tempo (l'impero ottomano, l'impero russo e austro-ungarico) fanno affermazioni su Sulina e quindi la bocca del braccio verso il mare con e alcuni conflitti armati.

Il Segretariato generale della Commissione europea del Danubio (CED) è installato a Sulina in 1856, che ha il ruolo di sviluppare la navigazione e il commercio sul Danubio. Dopo tutti gli eventi storici, attorno a 1860, la città era ben consolidata. Successivamente, il porto sarà costruito e il vecchio faro di 1870 sarà ricostruito per garantire una navigazione più sicura. Dal momento che 1878 anno Sulina è diventata una città rumena dopo un lungo periodo di tempo sia dei turchi, dei russi o dell'impero austro-ungarico.

Un altro evento importante nella vita di Sulina è stato il taglio della grande "M" del Danubio e l'apertura del canale di navigazione in 1894, seguito da un periodo di aumento del traffico di merci e passeggeri. La città non è sfuggita al bombardamento di entrambe le guerre mondiali, sia in 1916 che in 1941 e 1944 (quando la città è stata distrutta per il 50%). La sua ricostruzione inizia con 1955 sotto il comando di Gheorghe Gheorghiu Dej, perché negli anni 60-70 si svilupperà da tutti i punti di vista.

Nel mese di ottobre 1977 Sulina è testimone di un evento straordinario, visitare la nave "Calypso", guidato dal famoso esploratore Jacques Cousteau, che ha ancorato qui sulla strada per il Bosforo.

Dopo l'anno 2000 trova un aumento del turismo e di conseguenza una rinascita della città, oggi è uno dei luoghi più preferiti in Delta, sia per i turisti romeni ei numerosi turisti provenienti dall'estero.

pubblicato in Cosa fare a CONSTANTA e contrassegnati , .